La bella compagnia.

14 Lug

Il gruppo di #nemoss ci è stato vicino in questi giorni di esplorazione e dialogo. Ieri sono andato all’hammam e colleghe e alunne Nemo hanno girato per la città con Valentino. Una vera cooperazione, per cui noi due zingari, vicini alla partenza, le ringraziamo.

Piazza Syntagma. Il cambio della guardia.

14 Lug

L’opinione che di questo irrinunciabile appuntamento di una visita ad Atene ci si fa è quella di uno spettacolo antimilitarista, una parata-parodia. Nelle foto di Valentino sono ben evidenti i ponpon, i fez, le cabine balneari (effetto ben precisato dai colori nazionali, le strisce biancoazzurre). Le mosse della parata del cambio della guardia (ad esempio un video qui) confortano l’idea che il coreografo e il costumista di questo spettacolo abbiano cooperato per un effetto fra il disagiato e l’esilarante.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Getti d’acqua!

13 Lug

Pleōn epi oinopa ponton ep’ allothrοous anthrōpous.

13 Lug

“Navigando sul mare color vino verso uomini di altre lingue.” – Dall’Odissea, 1.183. οἶνοψ “Oinops” è generalmente l’epiteto per il mare in Omero. Anche nell’”Ulisse” di James Joyce vi si allude.

Ecco, vicino Corfù, l’isola dei Feci, come arrivando in Grecia il mare ci si è svelato oinops, “color del vino”.

(il mare è “color del vino” anche nella canzone L’aggettivo mitico di Francesco De Gregori)

L’Agorà di Atene

13 Lug

Food! 4: Monastiraki. Doner & Karpoutsi

13 Lug

Questo slideshow richiede JavaScript.

La crisi greca on the beach: Paralia Glyphada (2) e i calamari.

13 Lug

La spiaggia di Glyphada, visitata ieri, è stato un capitolo interessante della nostra visita ad Atene. L’abbiamo raggiunta sul recente tram costiero, entrando bene in contatto col popolo di Atene che raggiungeva il mare, e l’abbiamo goduta sfuggendo alla vampa. La linea è stata cofinanziata dall’Unione Europea, e ad usarla sembra un investimento virtuoso – vai poi a sapere quanto è costata, eccetera. L’idea, per questa come per altre infrastrutture come la mirabile serie di gallerie che hanno completato l’autostrada fra gli approdi del nord-ovest e la Calcidica, è che lo sviluppo della Grecia sia stato ben preparato; resta lo stimolo a indagare il perché il balzo della tigre si sia bloccato. Sprechi? Corruzione? Leggeremo, capiremo…

Il turismo nei tempi di crisi può essere bizzarro. Il ristorante di Glyphada, Aktìda Chrusì o qualcosa del genere, ha accolto me e Valentino che prendevamo un dolce dandoci un bicchiere d’acqua gelata gratuito, e ho portato via mezzo litro di té freddo per la mia nutrizione. Quando poi siamo tornati da M. Antonietta e Giuseppina, lo stesso tavolo fungeva da ristorante, l’acqua era minerale in bottiglia (giurerei che era la stessa acqua), e quando ho chiesto té freddo per ricaricare la macchinetta della nutrizione mi hanno portato un bicchiere – tipo 30 cl a una cifra doppia rispetto alla bottiglietta da 50 cl. La sensazione di straniamento è stata data che tavolo, locale, e cameriere erano identici. Peccato, perché la cucina era strepitosa (vedi foto dei calamari fritti da urlo).

Questo slideshow richiede JavaScript.